La terra cruda è ad oggi uno dei materiali più utilizzati nella costruzione e più di un terzo della popolazione mondiale vive in abitazioni in terra.

Innumerevoli sono i modi di costruire offerti dalla terra, infinite le varianti che testimoniano la specificità culturale e la storia dei popoli.

Tra tutte le chance offerte dalla terra, Cruda ha scelto di esplorare e dedicarsi al mondo degli intonaci e dei pavimenti. Tutto è avvenuto per caso…

Thich Nhat Hanh: Toccare la Terra

“La pratica del Toccare la Terra (detta anche pratica delle Prosternazioni) consiste nel ritornare alla Terra, alle nostre radici, ai nostri antenati, e riconoscere che non siamo soli ma che siamo invece connessi ad un’intera corrente di antenati spirituali e di sangue. Siamo la loro continuazione, e con loro continueremo nelle generazioni future. Tocchiamo la terra per lasciar andare l’idea di essere sconnessi da tutto il resto, e per ricordarci che siamo la Terra e parte della Vita.

Quando tocchiamo la Terra diventiamo piccoli, con l’umiltà e la semplicità di un bambino. Quando tocchiamo la Terra diventiamo grandi, come un vecchio albero che affonda le sue radici giù nella terra, dissetandosi alla sorgente di tutte le acque. Quando tocchiamo la Terra inspiriamo tutta la forza e la stabilità della Terra, ed espiriamo tutta la nostra sofferenza – le sensazioni di rabbia, odio, paura, inadeguatezza e dolore.”