Grande risalto è stato dato alle qualità del materiale terra in relazione alla sua compatibilità ambientale.

SCARICA IL FILE SU TERRA E SUOLO

La terra è un materiale da costruzione che, in virtù della sua versatilità, è in grado di porsi perfettamente in equilibrio con l’ambiente, delle risorse umane e naturali, grazie alla facilità di reperimento nella gran parte dei contesti geografici e alla versatilità delle diverse tecniche esecutive.

L’intero ciclo produttivo che coinvolge la produzione di manufatti in terra prevede bassissimi livelli di dispersione energetica sia nella sottrazione di materie dall’ambiente, sia nell’emissione di inquinanti e di scarti di lavorazione, sia infine nella dismissione. Il suo ciclo di vita non comprende cotture o lavorazioni particolari e a fine ciclo può essere completamente riciclato o smaltito come materiale inerte.

Le elevate prestazioni della terra favoriscono il benessere dell’ambiente abitativo e la sua salubrità e sono motivo del suo ampio impiego nel settore della bioedilizia.

Secondo Hubert De Palm l”uomo ha tre pelli: quella del suo corpo, i suoi abiti e la propria casa.” La casa non deve isolare l’uomo dal mondo esterno ma al contrario deve selezionarne e dirigerne i flussi. Non deve lasciar passare ciò che è nocivo ma eliminarlo mentre deve far penetrare e conservare la buona energia di vita.

Come l’intonaco in terra favorisce la salubrità e il benessere dell’abitazione

- Regolazione dell’umidità:

L’intonaco in terra, come altri intonaci, assorbe per capillarità l’umidità dell’aria.

Caratteristica peculiare dei minerali argillosi, e quindi degli intonaci a base di terra, è la capacità di trattenere l’umidità nelle loro strutture molecolari.

L’argilla assorbe dall’aria l’acqua in eccesso e la cede all’ambiente circostante quando l’aria è più secca, conferendo così all’intonaco la proprietà di ottimo regolatore di umidità. Tale caratteristica contribuisce inoltre a mantenere costante la temperatura interna.

In una casa con intonaco in terra l’umidità relativa dell’aria si mantiene nelle percentuali ottimali per l’uomo tra il 50% e il 70%. Un intonaco in terra di uno spessore di almeno 1,5 cm assicura quindi un buon effetto tampone.

Attraverso questo processo l’argilla trattiene inoltre alcuni degli elementi inquinanti e delle sostanze nocive presenti nell’aria, come gas e polveri disciolte nel vapor acqueo, e blocca odori quali il fumo delle sigarette, permettendo così la depurazione dell’aria.

- Massa/Inerzia termica:

L’inerzia termica consiste nella capacità di un materiale di opporsi al flusso in entrata o in uscita del caldo: di assorbirne una quota e rilasciarla in ritardo. Un intonaco in terra ha una buona inerzia termica, caratteristica che favorisce il contenimento delle oscillazioni della temperatura interna. Il risultato è una notevole riduzione dei consumi energetici dovuti al riscaldamento e al condizionamento degli ambienti.

- Fonoassorbenza:

Un ambiente intonacato in terra cruda attutisce tutti i rumori forti, sia che provengano dall’esterno che dall’interno. La terra gode cioè di ottime proprietà fonoassorbenti.

- Protezione dai campi elettromagnetici:

Il professor Schneider ha dimostrato, attraverso una serie di ricerche, la capacità della terra di proteggerci dai campi elettromagnetici sviluppati da impianti ad alta tensione: 2,5 cm di intonaco eliminano il 75% delle radiazioni. Un esempio è la protezione dalle radiazioni dei telefoni cellulari.